Irrigatori Rain Bird statici e dinamici: Recensione

In questa recensione parleremo degli irrigatori Rain Bird, marchio storico dell’irrigazione professionale. Rain Bird propone una gamma di irrigatori statici e dinamici di grande qualità, adatti ad ogni impiego, che copre sia l’utilizzo personale e residenziale che l’irrigazione di grandi spazi e impianti sportivi.

Irrigatori Rain Bird statici

Gli irrigatori statici Rain Bird sono ideali per irrigare spazi limitati. Sono costituiti da un corpo e da un pistone che si solleva, l’irrigazione distribuisce l’acqua nello stesso momento su tutto il raggio.

 

irrigatori_rain_bird_uni_spray_1800_3500_5000

Gli irrigatori Rain Bird UNI-Spray sono la soluzione entry level, con un ottimo rapporto qualità prezzo. Le caratteristiche principali sono la compattezza (sono praticamente invisibili nel verde grazie alla piccola superficie esposta) e la robustezza (sono dotati di un’ottima frizione con meccanismo antiusura).

Vengono forniti di serie con le famose testine Rain Bird VAN tranne che nella versione US-400 solo corpo. Sono disponibili con due alzi, da 5,1 e 10,2 cm. La gittata va da 2,1 a 5,5 m, rendendo questi irrigatori compatibili con gli utilizzi classici.

Gli irrigatori Rain Bird UNI-Spray sono ideali per chi si vuole avvicinare al mondo Rain Bird, spendendo poco e acquistando un prodotto affidabile e duraturo.

Per chi cerca qualcosa in più da un irrigatore statico Rain Bird ha progettato la serie 1800. Gli irrigatori Rain Bird 1800 danno una diversa sensazione già dal primo incontro: sono più robusti, pesanti, più grandi. Hanno il vantaggio di consentire una manutenzione direttamente dall’alto, senza smontare nulla, hanno una maggiore resistenza alla pressione e all’ambiente.

Sono forniti senza testina, anche in questo caso potremo utilizzare le testine Rain Bird VAN.

Sia gli irrigatori serie UNI-Spray che i 1800 sono offerti con variante SAM con valvola di ritenuta incorporata per l’installazione su campi con dislivelli.

Irrigatori Rain Bird dinamici

Gli irrigatori dinamici Rain Bird funzionano con un meccanismo interno che attraverso la rotazione permette di irrigare aree più ampie grazie alla gittata superiore.

Il principale elemento di scelta degli irrigatori è la gittata.

Gli irrigatori Rain Bird 3500 sono gli irrigatori da 1/2 pollice più venduti in Europa, e non a caso. Dispongono di 6 boccagli Rain Curtain che garantiscono eccellenti prestazioni, sono indicati per utilizzi con raggio dai 4,6 ai 10,7 metri. Garantiscono una distribuzione uniforme dell’acqua, sono semplici da installare, la manutenzione è facilitata.

Gli irrigatori Rain Bird 3500 sono lubrificati ad acqua, hanno alzo da 10,2 cm, arco regolabile da 40° a 360°

Gli irrigatori Rain Bird 5000 sono irrigatori da 3/4 di pollice, indicati per utilizzi con raggio di irrigazione tra i 7,6 e 15,2 metri. Anche questi irrigatori dispongono dei boccagli Rain Curtain, sono lubrificati ad acqua e hanno un raggio regolabile da 40° a 360°.

Gli irrigatori Rain Bird 5000 vengono proposti con variante Plus, versione per gli installatori che permette di interrompere l’erogazione con il sistema in funzione ed è ideale per gli installatori. Ulteriori varianti della serie 5000 sono con canotto in acciaio e con differenti alzi (10 cm, 15 cm, 30 cm).

Sia gli irrigatori Rain Bird serie 3500 e serie 5000 sono disponibili in versione SAM con valvola di ritenuta per installazione con dislivelli di 2,1 metri.

La qualità degli irrigatori dinamici Rain Bird è altissima, sono molto più robusti e funzionali dei modelli similari di altre marche, il prezzo leggermente superiore è ripagato dal lungo utilizzo e dalla ridotta manutenzione.

Questa breve recensione è una introduzione agli irrigatori Rain Bird, la cui gamma non si esaurisce certo qui, tratteremo nei prossimi articoli gli irrigatori per campi sportivi con gittate sino ai 30 metri (Rain Bird Falcon, Rain Bird Eagle)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>